LAVORO NERO – INCREMENTO SANZIONI

Lavoro nero – Inasprite con efficacia immediata le sanzioni sul lavoro in nero.

Vi chiedo di porre la massima attenzione a quanto prevedono l’art. 1, comma 445, della legge di bilancio 2019 n. 145/2018 e la circolare n. 2/2019 dell’Ispettorato nazionale del lavoro in merito l’inasprimento delle sanzioni per i soggetti che occupano lavoratori in nero, anche se familiari. Le disposizioni sono volte a contrastare il lavoro sommerso e irregolare, nonché a salvaguardare la salute e la sicurezza negli ambienti lavorativi.

Alcuni esempi in cui le sanzioni aumentano del 20% :

– maxisanzione per lavoro nero, elevata da 1.500 a 9.000 euro (occupazione in nero fino a 30 giorni), da 3.000 a 18.000 euro (occupazione in nero da 31 a 60 giorni) e da 6.000 a 36.000 euro (periodo di lavoro in nero superiore a 60 giorni);

– violazioni in materia di durata massima dell’orario di lavoro, quali riposi giornalieri, riposi settimanali e feriali passano da un minimo di 240 euro a 10.800 euro a seconda del numero di lavoratori;

– per irregolare e abusiva somministrazione di manodopera la sanzione viene elevata a 60 euro per ogni lavoratore occupato e per ogni giornata. La sanzione non potrà comunque essere inferiore a 6mila e superiore a 60mila euro;

– aumento del 10% per tutte le violazioni alle disposizioni di cui al Testo unico sulla sicurezza (Dlgs 81/08).

 

dott.ssa Nilda Calza

 

Contattaci ai numeri telefonici indicati nel sito o tramite mail, saremo lieti di aiutarti. Attraverso una frequentazione periodica del nostro sito puoi raccogliere tutte le più importanti novità che ti riguardano.

Ricordiamo che le informazioni raccolte nelle nostre news non hanno in alcun caso carattere esaustivo, sono solo indicazioni che abbisognano sempre di approfondimenti e di consulenze specifiche. In ogni caso, si tratta di materie in continua evoluzione normativa che devi, fin dall’inizio, considerare soggette a modifiche anche sostanziali.

Metti mi piace alla nostra pagina facebook sarai aggiornato anche tramite i social!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.